L’Associazione Nazionale delle Imprese di Disinfestazione prenderà parte attivamente, per il secondo anno consecutivo, a Sanatech.
Il “Salone del Biologico e dell’Eco-Sostenibile”, organizzato da FederBio in collaborazione con BolognaFiere ed Avenue Media, si terrà da giovedì 8 a domenica 11 settembre 2022 presso i padiglioni della fiera di Bologna.
A.N.I.D ha organizzato, all’interno del ricco programma dell’evento fieristico, l’interessante convegno dal titolo “La disinfestazione in ambito biologico a tutela della biodiversità” in programma venerdì 9 settembre dalle ore 11.30 presso il padiglione 30.
L’occasione sarà utile per presentare il primo documento tecnico relativo al “PestManagement” nella filiera del “Bio”. Ci sarà anche spazio per una sessione dedicata al biohabitat per la tutela dei cittadini e della biodiversità durante le operazioni di Pest Control.

L’iniziativa vedrà la partecipazione di autorevoli relatori: Marco Benedetti (presidente A.N.I.D. e vicepresidente Confindustria HCFS e responsabile della Commissione Ambiente), Martina Covili (ALCE NERO S.p.A.), Biagio Calcavecchia (FederBio), Paolo Guerra (consigliere A.N.I.D.), Stefano Maida (ICEA), Daniele Ara (Comune di Bologna), Massimo Bariselli (Servizio Fitosanitario Regione Emilia Romagna), Marco Farina (Area welfare Comune di Bologna), Davide Celli (Consigliere Comune di Bologna).

L’Associazione Nazionale delle Imprese di Disinfestazione, tramite la presenza a Sanatech, conferma la volontà di voler proseguire nel percorso di certificazione di un nuovo standard “Pest Management nel Bio” da mettere a disposizione delle aziende di servizi che operano nel settore del biologico, anche alla luce del “Memorandum of Understanding” siglato fra FederBio ed A.N.I.D. nel 2021.

Gli obiettivi prioritari di questo lavoro sono i seguenti: individuare con chiarezza le metodiche corrette sulla scorta anche delle indicazioni contenute nel Regolamento Europeo n. 1272/2008 e seguendo i principi del “biologico” in materia di prodotti chimici e OGM; creare un processo di valutazione fondato su un’analisi preliminare dei rischi ambientali e biologici per l’identificazione delle aree critiche e dei livelli di rischio; definire pratiche conformi e quindi ammesse per ogni tipologia di infestante; certificare processi di PestManagement che, basandosi sull’analisi del rischio, rispondano ai principi dettati dal disciplinare tecnico in accorso con i dettami della disciplina biologica.
L’Associazione Nazionale delle Imprese di Disinfestazione ha altresì rafforzato il proprio impegno in questo senso, attraverso la creazione di una specifica “Commissione Certificazioni”.
Quest’ultima, composta da tecnici e consulenti di comprovata competenza ed esperienza nel settore della gestione degli infestanti, ha posto fra le proprie prerogative il tema del ricorso a metodiche conformi alle normative della produzione biologica coerentemente con gli orientamenti normativi europei che puntano a ridurre l’utilizzo di sostanze chimiche a tutela dell’ambiente e dell’uomo, aggiungendo un nuovo ulteriore importante tassello alla professionalizzazione del settore ed alla certificazione delle competenze.

Scarica il programma del convegno