(informativa dott. Bravi - settembre 2013)

La modifica principale dell’intervento normativo (D.L. 101/13) consiste nel rendere obbligatorio il Sistri solo ai produttori e ai gestori di rifiuti pericolosi e con le seguenti scadenze. Per gli enti o le imprese che raccolgono o trasportano rifiuti pericolosi a titolo professionale, o che effettuano operazioni di trattamento, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti pericolosi, inclusi i nuovi produttori (cioè chiunque  effettui  operazioni  di pretrattamento,  di  miscelazione  o  altre.


Di seguito pubblichiamo l'informativa del consulente ANID in materia di smaltimento rifiuti, dott. Fabio Bravi (nella foto)

 

SISTRI CHiARIMENTI

A seguito della pubblicazione delle ultime norme riguardo la “semplificazione e razionalizzazione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti …” (SISTRI), il Ministero dell’Ambiente ha diramato la Circolare n. 1 del 31 ottobre 20131. La presente circolare - che sostituisce la Nota esplicativa pubblicata il 1° ottobre 2013, affronta le questioni relative:
• ai soggetti obbligati ad aderire al SISTRI;
• ai termini di inizio dell’operatività del SISTRI;
• alle modalità di coordinamento tra obblighi dei soggetti iscritti al SISTRI e obblighi dei soggetti non iscritti al SISTRI;
• al regime transitorio e sanzioni;
• all'adesione volontaria al SISTRI.

In riferimento alle sanzioni, il Ministero precisa che per i primi dieci mesi di operatività del SISTRI, a decorrere dal 1° ottobre 2013, nei confronti dei soggetti obbligati ad aderire al SISTRI non trovano applicazione le sanzioni previste dagli articoli 260-bis e 260-ter, del D.Lgs. n. 152/2006, relative agli adempimenti del SISTRI. In questo modo, per il periodo di moratoria delle sanzioni del SISTRI, gli operatori saranno tenuti, oltre che ad effettuare gli adempimenti del SISTRI (qualora a ciò obbligati, secondo le diverse decorrenze sopra indicate), a tenere i registri di carico e scarico, a redigere i formulari di trasporto ed a compilare la dichiarazione annuale al catasto dei rifiuti, secondo le previsioni previgenti al SISTRI.

 

In allegato pubblichiamo quanto apparso sul Sole 24 Ore del 17 dicembre, in merito al contributo dello 0,5% al fondo residuale, che colpisce le aziende che non usufruiscono di CIG e non hanno un fondo di solidarietà, disposizione contenuta nel Ddl Stabilità

 

Nel corso dell'assemblea ordinaria dei soci di Anid, svoltasi lo scorso 10 dicembre a Roma presso l'hotel Villa Eur si sono svolte le elezioni degli organi direttivi per il triennio 2014/2016. Le operazioni di voto sono state anticipate da una tavola rotonda sul tema "La professionalità dell'operatore di Pest Control, nel contratto nazionale, negli stardard CEN, nella formazione" a cui hanno partecipato Donatello Miccoli, responsabile ufficio sindacale di FISE-CONFINDUSTRIA; Paolo Guerra, componente del Mirror Group Italia del TC/404; Maristella Rubbiani, Responsabile dell’unità di valutazione del rischio di preparati e formulati dell’Istituto Superiore di Sanità; Michele Maroli, Presidente della Commissione Formazione di A.N.I.D. e Fabio Bravi, consulente per la gestione di rifiuti nelle attività di Disinfestazione di ANID.

 


CALENDARIO EVENTI
MERCATINO

Vendesi Gruppi atomizzatori usati
revisionati di fabbrica:

N° 3 Spray Team Mod. ELITE 345-400
anno costruzione 2008 o 2009;

N° 1 Tifone modello Compact 300
anno costruzione 2006

Per info:
Ipecos srl: 0564 455488 - 335 5264656

VIDEO
PRODOTTI EDITORIALI ANID

Acquista on line le migliori pubblicazioni nel settore della disinfestazione

Questo sito utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Se continui la navigazione, acconsenti a ricevere tutti i cookie su questo sito. Leggi l'informativa sulla privacy